Nei pressi di Capo Donato è presente un relitto (Capo Donato B) dal quale, in passato, sono stati recuperati dei proiettili in pietra attribuibili, forse, a delle petriere. Uno di questi proiettili si conserva nei depositi del Museo Nazionale Archeologico di Crotone (cfr. scheda reperto in basso). Il suo diametro è di cm 8,5 ca. In base a questi dati è quindi ipotizzabile il naufragio di questa imbarcazione tra XV e XVI secolo d.C. Di essa è rimasta in situ una parte dell’opera viva dello scafo1che ha restituito frammenti ceramici invetriati ed untuosi al tatto2.

 

NOTE

1 MEDAGLIA 2008, p. 98.

2 Indagini progetto Archeomar (MIBAC), 2007

 

BIBLIOGRAFIA

Medaglia S. 2008, Per un censimento dei relitti antichi lungo la costa crotonese. Nota preliminare, in Ricerche archeologiche e storiche in Calabria: modelli e prospettive,“Atti del convegno di studi in onore di Giovanni Azzimmaturo (Cosenza 2007)”, Cosenza, pp. 93-120.