Nel tratto a mare nei pressi dell’Eurocamping, subito a sud di Capo Colonna, sono stati individuati diversi spatheia (Keay XXVI) di produzione nord-africana che riconducono ad un relitto affondato tra VI e VII secolo d.C.1. Purtroppo, poiché questo relitto si trova a bassa profondità ed a poca distanza dalla costa, è stato oggetto di ripetuti trafugamenti clandestini.

Lo spatheion è un’anfora di piccole dimensioni, di forma cilindrica e affusolata, di produzione africana, utilizzata per il trasporto di olio di oliva anche se non si escludono altre mercanzie. La sua produzione si data tra il IV e il VII secolo d.C.

Le schede di due spatheia pertinenti a questo relitto, scansionati in 3D, sono consultabili in calce a questa pagina.

 

NOTE

1 CORRADO 2001, p. 543, nota 56; MEDAGLIA 2008, p. 108 ; MEDAGLIA 2010, p. 289

BIBLIOGRAFIA

Corrado M. 2001, Nuovi dati sul limes marittimo bizantino del Bruttium, in Archeologia Medievale XXVIII, pp. 533-569.

Medaglia S. 2008, Per un censimento dei relitti antichi lungo la costa crotonese. Nota preliminare, in Ricerche archeologiche e storiche in Calabria: modelli e prospettive, “Atti del convegno di studi in onore di Giovanni Azzimmaturo (Cosenza 2007)”, Cosenza, pp. 93-120.

Medaglia S. 2010, Carta archeologica della provincia di Crotone: paesaggi storici e insediamenti nella Calabria centro-orientale dalla Preistoria all’AltomedioevoRicerche IV. Collana del Dipartimento di Archeologia e Storia delle Arti, Università della Calabria, Rossano.