Il relitto A di Capo Bianco, località subito a nord di Capo Rizzuto, dopo essere stato individuato nel 1991 e preliminarmente indagato dalla Soprintendenza nello stesso anno, nel 2008 è stato fatto oggetto di un’approfondita indagine, diretta da Carlo Beltrame e Salvatore Medaglia, a cui si deve un nuovo inquadramento storico-archeologico del giacimento subacqueo. 1

Il sito, posto tra secche insidiose, è costituito soprattutto dalle evidenze del carico, rappresentate da 80 elementi lapidei di marmi di diversi colori (rosso, nero, bianco).

Il carico di blocchi di marmo di Capo Bianco fu datato inizialmente al periodo romano ma i nuovi studi del 2008, grazie alle analisi petrologiche, hanno consentito di identificare il marmo di Carrara, il Rosso di Francia e il Portargento, che suggeriscono senza ombra di dubbio una datazione della nave ad età post-medievale. Questa cronologia è suggerita anche dalla presenza nel contesto di reperti (pipe in terracotta, ceramica, lamina in rame di rivestimento esterno dello scafo) collocabili tra la seconda metà del XVIII secolo e la prima metà del XIX2.

Proprio ad una pipa in terracotta appartiene il reperto scansionato 3D accessibile dal fondo di questa pagina.

 

NOTE

1 Medaglia 2010, pp. 342-343

2 Beltrame, Medaglia 2012; Beltrame, Lazzarini, Medaglia 2012.

 

BIBLIOGRAFIA

Beltrame C., Medaglia S. 2012, Il relitto di Capo Bianco (Isola di Capo Rizzuto, Crotone): un caso di trasporto transmarino di marmo tra ’700 e ’800, in Archeologia e Memoria storica, Atti delle Giornate di studio (Viterbo 25-26 marzo 2009), “Daidalos” 13, Viterbo, pp. 371-388.

Beltrame C., Lazzarini L., Medaglia S. 2012, Underwater Investigation on a Marble Cargo Wreck at Capo Bianco near Isola di Capo Rizzuto, Crotone, Italy, in IJNA, 41, 1, pp. 3-16.

Medaglia S. 2010, Carta archeologica della provincia di Crotone: paesaggi storici e insediamenti nella Calabria centro-orientale dalla Preistoria all’Altomedioevo, Ricerche IV. Collana del Dipartimento di Archeologia e Storia delle Arti, Università della Calabria, Rossano.