Terms & Conditions

N. rif. MUSAS

BAI-037

N. inv. 

165478

Descrizione

Fortemente erosa dalla lunga permanenza in ambiente sottomarino, la testa può essere ricondotta all’iconografia di un vecchio Sileno barbuto.

Si tratta di uno dei numerosi elementi scultorei che furono rinvenuti nel 1972 lungo la ripa puteolana, nei pressi del vicus Lartidianus, nella zona in cui era stata identificata un’officina di marmorari, poi sommersa dal mare a causa del bradisismo. 

Misure

Alt. cm. 15

Materiale

Marmo bianco

Collocazione

Museo Archeologico dei Campi Flegrei, sala 36

Provenienza Ripa puteolana (1972)

Datazione

Età imperiale

Degrado biologico

Il manufatto presenta una caratteristica forma di degrado localizzata sulla fronte e sul mento. Si tratta di tracce di bioerosione causate da Policheti perforanti (vermi marini), che lasciano impronte a forma di solchi sinuosi a forma di U. La testa ha subito fenomeni di abrasione da parte dei sedimenti marini che hanno parzialmente levigato la superficie, causandone in parte la perdita di modellato scultoreo, ancora comunque leggibile.

Bibliografia

Davidde B., Ricci S., Poggi D., Bartolini M., 2010. Marine bioerosion of stone artefacts preserved in the Museo Archeologico dei Campi Flegrei in the Castle of Baia (Naples), Archaeologia Maritima Mediterranea; 7: 75-115.

Demma, F. (2010) ‘Scultori, redemptores, marmorarii ed officinae nella Puteoli romana. Fonti storiche ed archeologiche per lo studio del problema’, Mélanges de l’Ecole française de Rome. Antiquité, 122(2), pp. 399–425. 

Ricci S., Sacco Perasso C., Antonelli, F., Davidde Petriaggi B., 2015. Marine Bivalves colonizing roman artefacts recovered in the Gulf of Pozzuoli and in the Blue Grotto in Capri (Naples, Italy): boring and nestling species. International Biodeterioration & Biodegradation (98) 89 – 100.

Ricci, S., Pietrini, A. M., Bartolini, M., Sacco Perasso, C., 2013. Role of the microboring marine organisms in the deterioration of archaeological submerged lapideous artifacts (Baia, Naples, Italy). International Biodeterioration & Biodegradation 82 (2013) 199-206.

Ricci S., Davidde B., Bartolini M., Priori G. F., 2009. Bioerosion of lapideous objects found in the underwater archaeological site of Baia (Naples). Archaeologia Maritima Mediterranea, 6: 167-188.

Zevi F. (cur.) 2009, Museo archeologico dei Campi Flegrei. Castello di Baia. Napoli: Electa Napoli, vol. 2, p. 56.