Il Museo e Parco Archeologico dell’antica Kaulon si trovano nei pressi del moderno abitato di Monasterace Marina, lungo un tratto di mare toccato dalla Strada Statale 106 Ionica e dalla ferrovia Reggio Calabria – Taranto. E’ gestito dal Polo Museale della Calabria del MIBAC.

Una veduta del Parco Archeologico di Kaulonìa

Il Museo contiene soprattutto i reperti dell’antica colonia achea rinvenuti durante gli scavi effettuati da Paolo Orsi all’inizio del secolo scorso unitamente ai rinvenimenti più recenti, ovvero quelli che dagli anni ‘80 hanno consentito di indagare l’abitato e le aree sacre.

Una parte del museo espone gli importanti ritrovamenti subacquei effettuati, nel mare antistante, dall’Associazione Kodros diretta da Stefano Mariottini. Si tratta, soprattutto, degli elementi architettonici (sommoscapi e basi di colonna del V secolo a.C.) e di alcune attrezzature (ceppi d’ancora, barre d’appesantimento, pesi, etc.) di cui trattiamo nelle schede del nostro museo virtuale.

La documentazione dei reperti di provenienza subacquea all’interno del Museo

Il vicino Parco archeologico si trova in una cornice paesaggistica suggestiva. Vi si accede dal Museo attraverso un sottopasso che consente di non affrontare la pericolosa Statale 106. Da qui, tra la moderna strada ed il mare, si può intraprendere un percorso che consente di prendere visione delle tipologie abitative della città antica, fino ad arrivare al monumentale tempio dorico.