Terms & Conditions

N. rif. MUSAS

BAI-018

N. inv. 

222739

Descrizione

Dioniso, potente dio del vino, fu rappresentato nel Ninfeo imperiale sommerso di Punta Epitaffio con l’aspetto di un giovane flessuoso, appoggiato a un pilastrino coperto da un mantello, nell’atto di offrire vino, da una coppa, oggi perduta, a una pantera ornata da un tralcio di vite al collare.

La statua, che fu ritrovata durante gli scavi sistematici del complesso, nel 1981, decorava una delle nicchie laterali della sala, e ben si addiceva, per la sua carica simbolica, a un ambiente destinato ai banchetti e al consumo del vino.

Replica della statua ricollocata in situ (Foto M. Stefanile)

Misure

 Alt. cm. 140

Materiale

Marmo

Collocazione

Museo Archeologico dei Campi Flegrei, sala 55

Provenienza

Ninfeo imperiale sommerso di Punta dell’Epitaffio (1981)

Datazione

I secolo d.C.

Degrado biologico

La statua non presenta fenomeni di degrado biologico.

Bibliografia

Andreae, B. 1982. L’immagine di Ulisse. Mito e archeologia. Torino: Giulio Einaudi Editore, pp. 69-77

Andreae, B. 1983, Le sculture, in Zevi F., Baia. Il ninfeo imperiale sommerso di Punta Epitaffio. Banca Sannitica, pp. 50-52.

Avilia F., Caputo, P. 2015, Il ninfeo sommerso di Claudio a Baia. Napoli: Valtrend Editore.

De Franciscis, A. 1969, La sorpresa sottomarina di Baia, in Il Domani d’Italia. Rivista meridionale di cultura e politica, 2, pp. 48-50.

Zevi F. 1983, Baia. Il ninfeo imperiale sommerso di Punta Epitaffio. Banca Sannitica.

Zevi F. (cur.) 2009, Museo archeologico dei Campi Flegrei. Castello di Baia. Napoli: Electa Napoli.