Terms & Conditions

N. rif. MUSAS

CAPCOL-20

N. inv.

Descrizione

Anfora spatheion (piccola anfora per il trasporto marino di liquidi pregiati) tipo Keay XXVI di produzione nord-africana. Corpo cilindrico stretto ed allungato, puntale, bordo arrotondato estroflesso e ribassato. Collo cilindrico, al quale si affiancano le strette anse, con lieve restringimento centrale.

Misure

h. cm 108; diam. corpo cm 17

Materiale

Terracotta

Collocazione

Deposito Museo Archeologico Nazionale di Capo Colonna.

Provenienza

Relitto Eurocamping.

Datazione

VI-VII sec. d.C.

Degrado biologico

L’anfora presenta tracce di colonizzazione biologica solo su parte dell’imboccatura. L’incrostazione biancastra visibile sotto forma di tubi calcarei è attribuibile alla crescita epilitica (superficiale) di vermi marini sedentari.

Bibliografia

KEAY 1984, p. 212; MEDAGLIA 2008, p. 108; MEDAGLIA 2010, p. 289 con bibliografia; CORRADO 2001, p. 542-543.

 

BIBLIOGRAFIA

Corrado M. 2001, Nuovi dati sul limes marittimo bizantino del Bruttium, in Archeologia Medievale 28, pp. 533-569.

Keay S. J. 1984, Late Roman amphorae in the Western Mediterranean. A typology and economic study: the Catalan evidence, Oxford, British Archaeological Reports International Series.

Medaglia S. 2008, Per un censimento dei relitti antichi lungo la costa crotonese. Nota preliminare, in Ricerche archeologiche e storiche in Calabria: modelli e prospettive, “Atti del convegno di studi in onore di Giovanni Azzimmaturo (Cosenza 2007)”, Cosenza, pp. 93-120.

Medaglia S. 2010, Carta archeologica della provincia di Crotone: paesaggi storici e insediamenti nella Calabria centro-orientale dalla Preistoria all’Altomedioevo, Ricerche IV. Collana del Dipartimento di Archeologia e Storia delle Arti, Università della Calabria, Rossano.