Terms & Conditions

N. rif. MUSAS

BAI-040

N. inv. 

s.n.

Descrizione

Rinvenuta tra le rovine sommerse della grande villa dei Pisoni, a poca distanza da Punta Epitaffio, questa conduttura idrica in piombo ha permesso di riconoscere i proprietari dell’intero complesso: l’iscrizione a rilievo L. Pisonis consente, infatti, di identificare nei muri e nelle strutture sul fondale i resti della gigantesca villa che appartenne ai Pisoni e che, a seguito della congiura fallita di questi contro Nerone, passò a far parte delle proprietà imperiali. Per un golfo come quello napoletano disseminato di villae maritimae, appartenute alle più importanti famiglie di Roma antica, prove certe come questa iscrizione restano una preziosa rarità.

Misure

Non disponibili

Materiale

Piombo

Collocazione

Museo Archeologico dei Campi Flegrei

Provenienza

Villa dei Pisoni, Baia

Datazione

I secolo d.C.

Degrado biologico

Il manufatto non presenta fenomeni di degrado biologico.

Bibliografia

Di Fraia G. 1993, Baia sommersa: nuove evidenze topografiche e monumentali,  Archeologia subacquea. Studi, ricerche e documenti I. Roma, pp. 21–48.

Lombardo N. 1993, Un documento epigrafico dalla Villa dei Pisoni a Baia, in Archeologia subacquea. Studi, ricerche e documenti I, pp. 49–53.