Terms & Conditions

N. rif. MUSAS

EGN5

N. inv.

RCE 2263

Descrizione

Ancora litica campaniforme con due fori quadrangolari sull’asse verticale . Fori di organismi litofagi.

Misure

h. cm 29; largh. 23; spess. 9; foro sup. 4×4; foro inf. 4×5

Materiale

Calcarenite

Collocazione

Museo nazionale archeologico di Egnazia “Giuseppe Andreassi”. Deposito 3 Museo

Provenienza

Monopoli, Bastioni

Datazione

Incerta

Degrado biologico

Il reperto presenta evidenti tracce di perforazioni operate da organismi animali endolitici, la cui distribuzione risulta differente sulle due superfici piatte. Il lato di colore biancastro mostra piccoli fori di forma circolare o ellittica isolati o appaiati, disposti su gran parte della superficie che possono essere attribuiti all’azione di Policheti perforanti. Un degrado più evidente è quello costituito da fori di dimensioni subcentimetriche che costituiscono le aperture di gallerie interne scavate da molluschi bivalvi perforanti le cui valve sono ancora presenti all’interno di alcune di esse. il lato interessato da un deposito brunastro presenta un rilevante numero di perforazioni talvolta del diametro di 1-1,5 cm chiaramente attribuibili a molluschi bivalvi perforanti, nonostante l’assenza di gusci essi possono essere attribuibili con una buona approssimazione al genere Lithophaga (dattero di mare). Questi fori appaiono parzialmente erosi lungo il bordo e rivestiti da incrostazioni e sedimenti: tale condizione può far presupporre che questo lato fosse a contatto con il fondale i processi di degrado presenti si siano verificati quando questa parte del manufatto si trovava esposta. Sullo stesso lato sono inoltre presenti alcuni tubi calcarei di policheti sedentari.

Fori di molluschi litofagi del genere Lithophaga. Valve di molluschi litofagi ancora presenti all’interno delle cavità.

Bibliografia

 

Approfondimenti